Come conquistare una ragazza su Facebook

come conquistare una ragazza su facebookNon c’è dubbio, Facebook è una delle più grandi invenzioni del nuovo millennio. E’ il sito più visitato su internet, dove la gente comune e non solo si ritrova per cementare i rapporti, esporre la propria vita, e conoscere nuove persone. Quindi in tanti si chiedono: come conquistare una ragazza su Facebook? E’ giusto usare la creatura informatica fondata da Mark Zuckerberg per sedurre nuove donne, conquistare le ragazze e avere una vita affettiva, sentimentale e sensuale più intensa? La risposta è una sola: SI. E alla grande pure.

Come conquistare una ragazza su FB: le basi

Precisiamo subito una cosa: Facebook come Twitter è un mezzo. Cioè un’opportunità da cogliere per accorciare le distanze. Usare Facebook per conoscere nuove ragazze ha più o meno lo stesso valore che incontrare una ragazza in un locale e mettersi a parlare. Ma proprio perché è un mezzo è ovvio che le dinamiche di fondo su come conquistare una ragazza sono praticamente le stesse. Quindi è fondamentale non commettere gli errori comuni sulla seduzione e non fingere troppo. Prima o poi i nodi vengono al pettine e si capisce subito qual è la tua reale natura. Va anche detto che c’è una grossa differenza tra conquistare una ragazza che conosci e una ragazza che non conosci.

Se conosci già la ragazza o la donna che vuoi conquistare su Facebook è chiaro che hai un grosso problema di sicurezza o poche opportunità di parlarle di persona. La seconda opportunità è assolutamente preferibile, tieni conto che il linguaggio del corpo occupa il 70% della nostra comunicazione, anche se stiamo parlando a una persona. E’ ovvio che chi è molto timido preferisce Facebook perché così può nascondere le modifiche dell’espressione e della postura imposte dalla timidezza. Quindi se hai queste difficoltà devi lavorare molto sulla timidezza, sconfiggerla, perché i problemi di fondo rimarranno e le donne non amano molto i tipi timidi, ma i tipi riservati si. Ma un conto è essere timido, un conto è essere riservato e discreto.

Come conoscere una ragazza su Facebook

Diverso è il discorso se non conosci la donna. Quindi si tratta di conquistare una ragazza da zero. Prima della diffusione di Facebook online si tentava di conoscere attraverso le chat e il famosissimo Messenger. Ma erano programmi molto differenti. La differenza principale era che nelle chat rimaneva l’anonimato, motivo per cui era più facile essere diretti. Il sottinteso delle chat era che spesso si trattava di un modo molto velato di cercare incontri di natura sessuale. Invece con Facebook cambia tutto, bisogna mantenere lo stesso atteggiamento della realtà per come la viviamo ogni giorno. Su Facebook ci sono certamente ragazze interessate a conoscere nuovi ragazzi e anche disponibili a semplici incontri, ma è fondamentale capire che non si sono iscritte su Facebook per questo motivo. Quindi confermo che – prima di tutto – bisogna non commettere errori.

Il punto di partenza della seduzione su Facebook

Di sicuro il passo più importante per avere seguito e risultare interessante è avere un profilo Facebook da urlo. Come ti presenti è fondamentale e il profilo è il tuo biglietto da visita. Devi quindi pensare di smettere di fare l’alternativo e il bambinone a tutti i costi, scegliendo accuratamente quali informazioni di te dare, impostando correttamente i livelli di privacy per fare in modo che le interazioni dei tuoi amici non rovinino la tua reputazione (specie i maschi beta che vogliono rimanere maschi beta a vita e ti intralciano nei tuoi tentativi di sedurre le ragazze). Devi anche smetterla di dire che non te ne frega nulla: scegli invece le foto migliori perché anche l’aspetto è importante. Smettila di pubblicare foto tessera, selfie a tutto spiano, le solite foto alla Xbox o con gli amici a bere ovunque e zero donne intorno. Ricordati che le donne attuano il meccanismo della preselezione: cercano uomini che piacciono alle donne perché non hanno intenzione di imbarcarsi in autentici casi disperati. Quindi lavora molto sul profilo.