conoscersi

Ma lo speed date funziona?

Immaginate di essere single e di voler conoscere una nuova persona. Cosa fareste se non aveste altra alternativa che rivolgervi online? Un’idea sarebbe quella di provare lo speed date. Di cosa si tratta? Qualcuno l’ha provato? Ecco come si presenta questa gioco sociale di derivazione americana, oramai testato e rodato anche in Italia.

La frase speed date rivela tutto: speed significa “veloce”, date significa appuntamento. Ma non dobbiamo pensare propriamente a un appuntamento veloce, in quanto lo speed fa più riferimento al tempo limitato a disposizione nel conoscere un’altra persona anch’essa single. Questi appuntamenti sono già presenti in tante città italiane, esiste lo speed date a Roma, a Milano, a Napoli, ovunque. Tecnicamente si tratta di mettere insieme i single in un unico luogo e farli incontrare: il divertimento sta nel fatto che c’è poco tempo a disposizione per farsi conoscere. I single vengono divisi in donne e uomini, questi ultimi hanno tre minuti per impressionare la potenziale partner. Alla fine della rotazione, che coinvolge tutti i partecipanti – rifocillati da un cocktail e da un servizio di buffet – gli organizzatori fanno compilare dei questionari. Dalle risposte essi sapranno riconoscere quali sono le coppie con maggiore affinità e quindi consentiranno ad essi di scambiarsi ad esempio il numero di telefono.

L’importanza della prima impressione è stata più volte sottolineata. Secondo alcuni studiosi di psicologia sociale, la prima impressione è determinante per farsi un’idea della persona. È uno dei motivi per cui nei negozi e nelle pubbliche relazioni, vengono spesso scelte persone di bell’aspetto. Lo stesso motivo per cui le hostess e gli stewart normalmente sono di bell’aspetto, proprio perché la bellezza fisica tende a fare una buona impressione e trasmettere fiducia.

La domanda che possiamo farci è la seguente. Le tecniche di seduzione funzionano negli speed date? Secondo me il problema non è se funzionino o meno, quanto capire che in poco tempo a disposizione l’importante non è strafare. La pessima impressione lascia un cattivo segnale per tanto tempo, ma è anche vero che non si deve per forza impressionare nel tentativo di sedurre una donna. Sicuramente una cattiva impressione indispone la donna, ma le storie d’amore e le relazioni personali sono piene zeppe di aneddoti riguardanti il fatto che persone che vanno d’amore e d’accordo, all’inizio non si filassero nemmeno di striscio.

Lo speed date di fatto si configura come un appuntamento al buio, con tutti gli annessi e i connessi. Dal punto di vista dell’intrattenimento la serata è quasi sempre spiritosa, divertente e si possono conoscere anche persone interessanti, le perplessità sul servizio rimangono in quanto si tratta di un’evoluzione delle conoscenze che si possono fare online.

Vedi inoltre: http://www.riza.it/psicologia/l-aiuto-pratico/3392/la-prima-impressione-e-davvero-importante.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *